iscriviti alla nostra NEWSLETTER


SUBACQUEA

SUBACQUEA: CHE COS'E'

L'immersione in un mondo affascinante e ricchissimo di forme di vita, a cui apparteniamo per provenienza, ma che non siamo più in grado di percorrere senza l'ausilio di sofisticate attrezzature che ci consentono di respirare, di galleggiare e muoverci, di sopperire alla carenza di luce ed alle basse temperature.

Il mare è la fonte primordiale della vita sulla terra e l'uomo lo frequenta e vi si immerge sin da tempi antichissimi. Già in epoca romana, squadre speciali addette al recupero delle merci dai relitti delle navi onerarie affondate, scendevano sino a considerevoli profondità, con l'ausilio di semplici attrezzature che aumentavano la capacità di restare sott'acqua. Agli inizi del 1800 i primi palombari cominciarono a passeggiare sui fondali, ma solo più di un secolo dopo comparirono i primi autorespiratori e dobbiamo a Jacques Cousteau e Emile Gagnan nel 1943 lo sviluppo del primo erogatore ad aria di tipo moderno.

COME SI PRATICA

L'immersione ricreativa in profondità inferiori ai 20 metri si effettua con pochi semplici gesti ma richiede una particolare preparazione ed attenzione durante lo svolgimento, poiché bisogna assolutamente prevenire i problemi derivanti dalla variazione di pressione dell'aria che respiriamo e dalla sua limitata autonomia.

Formazione con validi istruttori ed un buon numero di esercitazioni sono fondamentali per apprendere l'uso delle attrezzature da sub, comprendere e gestire i problemi derivanti dalla differenza di pressione dei gas respirati ed imparare a programmare e svolgere correttamente le immersioni entro i limiti di sicurezza, che sono stabiliti in maniera rigorosa da apposite tabelle. Rinomate scuole si occupano della formazione dei subacquei ed il possesso di un brevetto internazionalmente riconosciuto è un requisito fondamentale per partecipare alle immersioni turistiche proposte dalle aziende specializzate che prendono il nome di diving.

COSA SERVE

L'attrezzatura subacquea di base è composta da una muta in neoprene, maschera, snorkel, pinne e cintura con i pesi per correggere l'assetto di galleggiamento. A questa si aggiungono la bobola con gli erogatori, il giubbetto ad assetto variabile, il computer da immersione ed un coltello per tagliare eventuali sagole o reti.

Quanto sopra descritto costituisce la dotazione standard per immersioni turistiche ricreative in acque calde o poco fredde entro i 20 metri e della durata media inferione ad un'ora. Ulteriori accessori e specifiche conoscenze sono indispensabili per elevare il tempo di permanenza sott'acqua al fine di raggiungere profondità oltre i 20 metri e per affrontare situazioni di freddo elevato e di scarsa o assente illuminazione naturale o scarsa visibilità dovuta alla presenza di particelle in sospensione. Con l'avvento della tecnologia digitale, sono divenute sempre più accessibili e diffuse anche le attrezzature per la fotografia subacquea.

DOVE E QUANDO

I paradisi tropicali più famosi, per la presenza delle barriere coralline con moltissime e coloratissime forme di vita, acqua calda, bassi fondali ed ottima visibilità sono le mete classiche dei turisti subacquei. Molti però sono anche gli appassionati di vari tipi di relitti e di altre immersioni naturalistiche, anche in acque interne.

Il mare Adriatico offre numerose ed interessantissime opportunità di immersioni: sul versante istriano e triestino, i fondali rocciosi consentono una maggiore visibilità, mentre lungo la costa veneta, fino all'altezza di Chioggia, la presenza di numerosi e caratteristici reef chiamati "tegnùe", consente immersioni in ambienti ricchissimi di vita bentonica. Numerosi sono anche i relitti risalenti perfino all'epoca romana. In acque interne venete ci si può immergere sia in laghi naturali che artificiali formati dall'affioramento delle falde acquifere a causa dell'escavazione degli antichi letti di ghiaia. L'attività è ovunque possibile tutto l'anno.

COSA FA PER VOI LA GUIDA

Organizzazione e pianificazione a tavolino delle immersioni, compresa la valutazione delle previsioni meteo marine, verifica dei requisiti di idoneità dei partecipanti, fornitura delle principali attrezzature mancanti, ricarica delle bombole ed eventuale fornitura di quelle mancanti, assistenza tecnica e primo soccorso, esposizione, durante i breefing, dei contenuti naturalistico ambientali e storici relative ai luoghi visitati, accompagnamento durante corsi ed esercitazioni, predisposizione di servizi accessori come il trasporto o recupero presso le destinazioni, supporto logistico e organizzativo di vacanze ed attività a tema.

Occuparsi di tutti gli aspetti relativi all'organizzazione ed allo svolgimento confortevole e sicuro delle attività di uno o più giorni, è ciò che la Guida svolge con diligenza, perizia e prodenza, avendo cura di mantenere sempre una corretta forma fisica, utilizzare attrezzature e mezzi adeguati ed affidabili.


PROPOSTE


- CROAZIA
- TEGNUE DI CHIOGGIA
- TEGNUE DI JESOLO
- TEGNUE DI CAORLE
- RELITTI ALTO ADRIATICO
- LAGHETTO SPORTIVO ANTILLE
- LAGHETTO SPORTIVO "BAITA AL LAGO"
- CORSI E BREVETTI DIDATTICA S.S.I.



TO SEE travel & outdoor

di Enrico Tirindelli
Guida Naturalistico-Ambientale
abilitata ex L.R. Veneto 33/2002
via isonzo, 7/G
31040 Volpago del Montello (TV)

www.tosee.it - mail@tosee.it - +39 328 0175442

P.IVA: 02230910263