iscriviti alla nostra NEWSLETTER


RACING BIKE
PROPOSTE
GIRO DEL MONTELLO

Per la sua felice collocazione al centro della provincia di Treviso e la bellezza e varietà dei suoi percorsi, con numerose strade e salite asfaltate al suo interno, il colle è ormai da anni un parco ciclistico tra i più famosi non solo in Italia, ma anche nel mondo, visto che qui si sono già tenute numerose gare internazionali.


ragazzi
Adatto a: adulti
terza età
Periodo: ......G F M A M G L A S O N D
Dist. km: 34,5 - pend. max: 8,1% - disliv. complessivo: 408 mt.

Altre proposte:

- STRADA DEI 100 GIORNI
- COLLINE DEL PROSECCO
- COLLINE DI SUSEGANA E CONEGLIANO
- ANELLO DEL GRAPPA
- CIMA GRAPPA
- MONTE TOMBA
- CANSIGLIO
- PIANEZZE DI VALDOBBIADENE
- GIRO DEI 2 PONTI
- ASOLO E MONFUMO
- MEDIO PIAVE
- GIRO DEI 5 LAGHI
- GIRO DELLE ALPI

INFORMAZIONI

BICI DA CORSA: CHE COS'E'

Leggerezza, scorrevolezza, velocità, leggenda. Sin dalla nascita della bicicletta esistono i modelli da corsa per lo svolgimento di competizioni su strada o su pista, singole o a tappe, di svariate lunghezze. Si tratta del mezzo ideale per coprire grandi distanze stradali con il minor sforzo possibile, a patto di essere ben allenati.

Il ciclismo su strada con le bici da corsa è sempre stato uno sport di fatica eccezionale, che richiede passione e dedizione totali, ma che offre l'inenarrabile soddisfazione di conquistare traguardi personali unici, come la copertura di distanze notevoli o il superamento di dislivelli importanti per scalare grandi montagne. Praticato nella versione agonistica rappresenta una formidabile sfida con se stessi ancor prima che con gli avversari, mentre in versione tuistica offre l'esclusiva possibilità di visitare luoghi e godere di paesaggi al di fuori della portata di qualsiasi altro mezzo basato solo sulla locomozione umana, con notevoli benefici di salute fisica.

COME SI PRATICA

La velocità che si raggiunge con la bici da corsa e la piccola superficie su cui posano le ruote, richiedono una preparazione tecnica importante; lo sforzo notevole e la postura particolare richiedono perfetto stile di esecuzione del gesto atletico ed un ottimo allenamento, anche in palestra, con dieta e stile di vita impeccabili.

Il leggendario campione italiano Alfredo Binda, sosteneva che "ghe vol i garùn", ovvero bisogna avere buone gambe per praticare questo sport. In realtà questa definizione si completa con la consapevolezza che oltre ad una preparazione fisica dedicata, che comporta, col tempo, la strutturazione di un apparato muscolare specifico (la "gamba" del ciclista), bisogna curare allenamento, alimentazione e stile di vita, usando le proprie doti intellettive durante l'attività per dosare al meglio le energie in funzione dello sforzo globale da compiere, curando particolarmente bene anche alimentazione e idratazione sotto sforzo.

COSA SERVE

Abbigliamento sportivo specifico, anche in funzione della stagione in cui si pratica l'attività, buone calzature tecniche, caschetto protettivo, occhiali aerodinamici appositi, guantini, cardiofrequenzimetro, contachilometri, scorta di energetici e di liquidi adeguata, bicicletta su misura con attrezzatura tecnica d'emergenza al seguito.

La dotazione tecnica per questo sport richiede particolare attenzione all'abbigliamento, che deve essere adatto al clima, riparare dal freddo ed evitare nel modo più assoluto di trattenere il sudore; fondamentale l'impiego di pantaloncini con tassello interno di rinforzo anatomico ed anallergico; le scarpette devono calzare con precisione anatomica perché sul piede si concentra tutto lo sforzo prodotto dalla pedalata, stesso motivo per cui la postura va curata alla perfezione; indispensabile anche, specie per l'allenamento, tenere sotto controllo la soglia cardiaca e la distanza complessiva coperta, per non eccedere con la fatica consentita.

DOVE E QUANDO

Il ciclismo da corsa su strada si pratica in tutto il mondo, ma l'Europa rimane la sua patria d'origine. L'Italia è tra le nazioni dove è più diffuso, sin dalle sue origini. In particolare, la provincia di Treviso è quella che vanta il maggior numero di tesserati a livello nazionale, ed un palmarès unico di titoli nazionali ed internazionali.

Fino a qualche decina d'anni fa era consuetudine interrompere l'attività durante il periodo invernale, oggi non più. Tra i luoghi in Italia dove praticare questo sport, il Montello, con una serie di percorsi collaterali, si è ricavato una speciale fama dovuta alla sua particolare bellezza e disponibilità di percorsi, che lo ha reso protagonista di numerose gare, anche internazionali, tra le quali spicca il Campionato del Mondo del 1985. Non meno belli ed importanti anche i percorsi sui colli e le prealpi circostanti, su cui si svogono ormai da diversi anni eventi di grande richiamo quali le gran fondo "La Pinarello" e la "Prosecco Cycling Classic".

COSA FA PER VOI LA GUIDA

Pianificazione a tavolino del percorso, valutazione delle previsioni meteorologiche in relazione al periodo dell'anno in cui si intende effettuare le escursioni, verifica dei requisiti di idoneità dei partecipanti, fornitura delle principali attrezzature eventualmente mancanti (biciclette, caschetti,...), assistenza tecnica e primo soccorso durante le escursioni, esposizione di contenuti sulle tematiche sportive, di allenamento, naturalistico ambientali e storiche relative ai luoghi visitati, predisposizione di eventuali servizi accessori come il trasporto o recupero presso le destinazioni, il supporto logistico e l'organizzazione di vacanze ed attività a tema.

Occuparsi di tutti gli aspetti relativi all'organizzazione ed allo svolgimento confortevole e sicuro delle escursioni di uno o più giorni, è l'attività che la Guida svolge con diligenza, perizia e prudenza, avendo cura di mantenere sempre una corretta forma fisica e di utilizzare attrezzature e mezzi adeguati ed affidabili.



TO SEE travel & outdoor

di Enrico Tirindelli
Guida Naturalistico-Ambientale
abilitata ex L.R. Veneto 33/2002
via isonzo, 7/G
31040 Volpago del Montello (TV)

www.tosee.it - mail@tosee.it - +39 328 0175442

P.IVA: 02230910263